1. Home
  2. Secondo cerchio
  3. La scelta degli utensili per la preparazione del tè cinese.

Lesson #7. La scelta degli utensili per la preparazione del tè cinese.

Se pensate che sono troppi gli utensili usati per la preparazione del tè, ricordate che nell'epoca Tang, secondo il famoso "Canone del tè", venivano considerati necessari ben 24 tipi diversi di strumenti! Per preparare il tè in maniera cinese - a infusioni - vi serviranno solamente una gaiwan o una teiera, un chahai e le tazzine. Per fare la vostra esperienza ancora più conveniente, consiglierei di aggiungere altri tre articoli: chapan o lago del tè, chahe ed il panno.

Tea-ware for Chinese brewing. The choice.

La scelta principale che vi conviene fare prima di acquistare utensili da tè è se preferite prepararlo in una gaiwan o una teiera. Siccome sono due elementi principali, che attraggono più attenzione, e con i quali tutti gli altri utensili devono essere in armonia. Il loro stile, materiale, colore e design dà tenore a tutto il resto. La mentalità europea tende a preferire i set da tè fatti apposta (cioè, comperare un set di gaiwan, chahai e tazzine realizzati in uno stile e design unico). ma questo potrebbe essere un passo falso. L'estetica cinese del tè prevede una selezione passo a passo dei singoli elementi, per assemblare un insieme armonico e bilanciato ma non troppo noioso. Anche dopo aver comperato un set unico, sarebbe meglio introdurre elementi aggiuntivi per "rompere".

Gaiwan (盖碗) è un utensile assolutamente unico e speciale. Originario dalla Cina, il suo design autentico appare nel XVI sec., ai tempi della dinastia Manchu Quing. I Manchu, che conquistarono Cina, si innamorarono della sua cultura avanzata, raffinata e spirituale, e la assimilarono in tutta la sua integrità. Molti imperatori della dinastia Quing diventarono amanti del tè. In questo periodo il commercio del tè si sviluppava rapidamente e si aprirono molte case da tè per tutto il paese. La maggior parte degli abitanti consumava questa bevanda.

Il nome «gaiwan» significa «tazza col coperchio». Inizialmente veniva usata per una singola persona, poi - per fare l'infusione del tè e versarlo in tazzine.

Una gaiwan di porcellana è universalmente apprezzata per la preparazione di qualsiasi tipo del tè, sia verde, sia pu'er od altro. Perciò la considero come la migliore introduzione alla cultura del tè Cinese.

Teiera (cháhū, 茶壶) è un altro elemento presumibilmente inventato dai Cinesi. Appare intorno al XIV secolo con la necessità sempre più pressante di preparare il tè a infusione in un apposito contenitore invece di farlo bollire in una pignatta. Fu lo sviluppo della giara già esistente e nel corso dei secoli raggiunse le sue forme odierne.

Le più famose nella cultura cinese sono le teiere di Yixing. Sono prodotte in un'argilla speciale, estratta nelle vicinanze della città di Yixing. La composizione chimica particolare di questa argilla conferisce caratteristiche uniche, quasi magiche. E naturalmente, ogni amante del tè cinese prima o poi vuole averne almeno una di queste teiere.

L'unico punto debole della argilla Yixing è che essendo molto porosa, assorbe facilmente odori e sapori, perciò è meglio usare una teiera per un solo tipo del tè- Meglio acquistarla, quindi, solo quando siete veramente sicuri di averne reale necessità.

Tazza (chábēi, 茶杯) - un articolo abituale per noi, a parte la sua misura inusuale - le tazze cinesi sono molto piccole. Mentre la tazza che di solito usate per il tè in ufficio è di 200-350 ml, una tazzina cinese tradizionale contiene da 20 a 50 ml. Naturalmente, un "novizio" vorrebbe bere da una tazza più grande. Ma molto presto, già dopo alcune sessioni, i possessori delle tazze grandi si accorgono che è molto difficile per loro bere tutto il tè se preparato in modo tradizionale, facendo fino a 10 infusioni consecutive. Se la vostra tazza è di 50 ml, in una sessione di tè dovete bere circa mezzo litro! Ma se usate tazzine piccole, riuscite ad apprezzare il gusto di ogni infusione senza bere troppo.

Tazza (茶杯) Tazza (茶杯) chabei

Il materiale di cui è fatta la tazza non è molto importante. Però ci sono alcuni aspetti da osservare. Alcune tazze troppo fini fatte di vetro possono essere difficili da tenere dalle persone con pelle ipersensibile. Argilla yixing e ceramica detta tenmoku contengono molto ferro e addolciscono l'acqua, molti Cinesi ritengono che bere da queste tazze è più gustoso. Comunque, il materiale della tazza non influisce sulla la qualità dell'infusione stessa.

Le tazze, quindi, vengono scelte secondo le vostre preferenze. Se vi pace un uno stile, comperatevi un set da tè. Se volete esprimere la vostra personalità, trovate qualcosa di non convenzionale e particolare. Una tazzina cinese colorata tradizionale sulla mensola, sicuramente attira l'attenzione degli ospiti. Tazzine bianche dentro oppure fatte di vetro permetteranno di apprezzare meglio il colore del vostro tè. Se volete ottenere un gusto più morbido, prendete le tazzine di Yixing. Tutto dipende da voi e non ci sono soluzioni corrette o sbagliate. L'unica cosa da tenere in mente è la misura delle tazze che in totale dovrebbe essere adeguata alla quantità del tè che volete preparare. Dovrebbe bastare per tutti gli ospiti. Ma questa è pura matematica.

Chahai (茶海, translates: «sea of tea») o coppa della giustizia (gōngdàobēi, 公道杯) - un attrezzo opzionale, da una parte non proprio necessario, dall-altra parte - senza di esso la preparazione può diventare un pò scomoda. Dopo l'infusione delle foglie nella gaiwan o nella teiera, il liquore viene versato in questa coppa, di cui il nome definisce la sua funzione; versando il tè direttamente dalla teiera, nelle prime tazze risulta più leggero, mentre nelle ultime è più forte. Questo non è giusto. Ma se prima versiamo il tutto nel nostro chahai, il liquore diventa omogeneo e può essere versato senza problemi nelle tazzine.

Tra l'altro, il chahai svolge anche altre funzioni. Separa il liquore dalle foglie e così facendo ferma il processo dell'infusione. Le foglie nella teiera quindi possono tranquillamente aspettare la prossima infusione, mentre con calma versiamo il tè dal chahai nelle tazze. Quando il chahai si svuota, possiamo goderci l'aroma del tè rimastoci. Se è fatto in vetro, ci permette anche di ammirare il colore del tè.

Chaban (chápán, 茶盘) - un vassoio speciale per le sessioni del tè dove cola l'acqua in eccesso: quando risciaquiamo gli utensili, buttiamo via il tè rimanente o quando accidentalmente rovesciamo qualcosa. Il Chapan serve per tenere pulito il posto dove prepariamo il tè. Dentro ha un vassoio incorporato che si svuota dopo la sessione. Può anche essere dotato di un tubetto di drenaggio. Modelli di questo tipo sono particolarmente popolari in Cina.

I vassoi da tè sono noti dai tempi antichi, ma gli ultimi modelli con il sistema del drenaggio sono stati inventati qualche decina di anni fa.

Lago del tè (cháchí, 茶池) - un analogo di chaban. Se non vi va di usare il chapan, potete optare per il lago del tè per buttare l'acqua in eccesso.

Nei recenti decenni, la Cina sta ritornando alle vecchie tradizioni della cultura del tè. Sempre più popolari diventano, per esempio, le teiere di ghisa per bollire l'acqua, e anche i set da tè moderni diventano più di stile antico, come anche i tessili e i tapetini da tavola. Anche usare un lagho del tè diventa sempre più diffuso. Forse darà un sapore più squisito alla vostra sessione del tè.

Non è necessario usare per forza un lago del tè fatto in Cina. Ora dappertutto sono disponibili moltissimi tipi di contenitori in ceramica o terracotta che sostituiranno senza problemi un attrezzo autentico.

Chahe (茶荷, translates as «tea lotus») - un piattino usato per vedere da vicino le foglie del tè e apprezzare il loro aroma. Prima della sessione, la quantità del tè necessario viene esposta nel chahe, per dopo essere versata nella teiera o nella gaiwan. Il chahe vi aiuta sopratutto a misurare e preparare la quantità giusta delle foglie in anticipo.

Asciugamano da tè (chájīn, 茶巾) o panno da tè (chábù, 茶布) - un altro articolo opzionale ma molto utile. Ovviamente un panno speciale cinese può essere sostituito da un panno "locale", basta che sia abbastanza morbido da non fare graffi sulla superficie del chaban. Viene spesso usato per asciugare il tè o l'acqua traboccata o rovesciata. Anche i contenitori caldi vengono messi sul panno prima di porgli agli ospiti: la teiera per apprezzare l'aroma del tè infuso o il chahai per annusare il profumo delle foglie secche. Il panno viene usato anche per asciugare il fondo della tazzina prima di porla ai partecipanti alla sessione. In ogni caso, è un attrezzo utile per tenere pulito il luogo dove preparate il tè.

Come avete visto, assemblare il vostro primo set da tè non sembra così difficile, visto che alcuni articoli possono già trovarsi a casa. Naturalmente chiunque pratichi la preparazione in stile cinese regolarmente prima o poi entra in possesso di molti articoli specifici, più o meno necessari. A parte quelli puramente funzionali appariranno anche quelli che creano l'atmosfera: le piccole statuine delle divinità del tè da mettere sopra il vostro chaban, la spazzola per la teiera, gli incensi, i vasi per i fiori ecc. Questa strada è senza fine.

Condividere:
Aggiungi un commento
Accedi o registrati per poter commentare